martedì 29 ottobre 2013

Torta autunnale (cachi, mele e castagne)


Ciao mie care!
Qui la giornata è iniziata all'insegna del tempo pessimo, su Genova si è abbattuto un fortissimo temporale (e ogni volta che in autunno piove così forte ho il terrore dell'alluvione...), il cielo era così buio che sembrava mezzanotte. Per fortuna io ero in casa, il cucciolo all'asilo ed il maritino al lavoro così tutti all'asciutto! Ora che vi scrivo entra un timido raggio di sole dalla finestra...vi sembra normale questo tempo?!? Qui fa sempre caldo-umido...una schifezza di tempo.
 
L'altro giorno ho aperto il frigorifero e mi sono accorta ci fosse un caco che mi stava per salutare, una manciata di castagne bollite che erano un po' tristi...a due settimane dal termine qualsiasi donna con un minimo di "sale in zucca" avrebbe preso questi avanzi e li avrebbe buttati via, a me invece dispiaceva (cavolo mi ero fatta un mazzo a pelare tutte quelle castagne che buttarne via anche solo una manciata mi dispiaceva proprio!) e così ho deciso di preparare una torta...si ma la frutta era troppo poca e poi castagne e caco stavano bene assieme come gusto?!? Nel cestino della frutta c'erano anche due mele renette della nonna-bisnonna e così mi sono inventata questa torta che è deliziosa, è piaciuta a tutti (e io che sono a dieta ospedaliera per i problemi di stomaco, me ne sono concessa una fettina...almeno il bruciore mi è venuto per qualcosa!!!).
 
TORTA AUTUNNALE (CACHI, MELE E CASTAGNE)
 
Ingredienti:
- 1 caco
- 100 gr di castagne lessate e tritate grossolanamente
- 2 mele renette
- 280 gr di farina 00
- 180 gr di zucchero
- 100 gr di burro a temperatura ambiente
- 1 uovo
- 1 bustina di lievito per dolci
- mezzo bicchiere di latte
- zucchero a velo per guarnire
 
Nella planetaria montare l'uovo con lo zucchero, unire la farina, il burro, l'uovo, il lievito ed il latte. Mescolare ed aggiungere la polpa del caco, le castagne e le mele tagliate a pezzettini piccoli.
Mettere l'impasto in una tortiera (nel mio caso uno stampo in silicone) e cuocere a 160° per 40-45 minuti (fare la prova stecchino). Una volta sfornata e raffreddata cospargere con zucchero a velo.
Si mantiene morbida per alcuni giorni, è buona come dessert ma anche al mattino a colazione!
 
Et voilà il risultato:





Buon appetito!
Bacini

sabato 26 ottobre 2013

Fusilli pomodoro, zucchini e tonno

Ciao care!
State passando un bel weekend? Qui è all'insegna del relax perché mie care le mie energie sono praticamente nulle: mentalmente farei mille cose, ma fisicamente se riesco a stare in piedi per 1 ora di fila è già tanto. Stamani sono uscita per andare al supermercato vicino a casa, in condizioni normali ci vogliono 3 minuti ad andare e altrettanti a tornare...beh stamani, mano nella mano con il mio ometto, ci ho impiegato quasi mezz'ora tra andata e ritorno! Ho comprato mozzarelle, prosciutto e stracchino per farcire la pizza che il maritino sta impastando per cena...avete presente quanto pesano una confezione di mozzarelle, 2 hg. di prosciutto e 500 gr di stracchino?!? Beh camminavo come se avessi comprato 20 angurie e 10 kg di patate...
Siamo a -11 giorni al termine e chissà quand'è che questo "frugoletto" vorrà uscire...non ne posso più, ma so anche che poi mi lamenterò perché sarò sclerata tra il nuovo nato ed il "grande"...per fortuna all'asilo va volentieri!!!
 
Bene mie care, lo so, ultimamente sono un lamento continuo... vi lascio quindi con una ricetta semplice, veloce e gustosa.

FUSILLI POMODORO, ZUCCHINI E TONNO

Ingredienti:
- 250 gr di fusilli
- 2 pomodori
- 1 zucchino
- 1 scatoletta di tonno al naturale
- olio
- scalogno
- sale
- peperoncino
- basilico qualche foglia

Sbucciare i pomodori e tagliarli a cubetti, tagliare lo zucchino a pezzetti. In una padella rosolare lo scalogno in pochi cucchiai di olio, unirvi le verdure, salare ed aggiungere il peperoncino ed il basilico tritato. Lasciare cuocere per 10 minuti circa. Quasi a fine cottura aggiungere il tonno e mescolare.
Nel mentre cuocere la pasta in acqua salata.
Scolare i fusilli ed unirli nella padella del sugo, rimescolare il tutto per mantecare e servire.
 
Et voilà il risultato:
 

 
 
Buon appetito!
Bacini

giovedì 24 ottobre 2013

Involtini di carne al sugo (primo, secondo e contorno)

Buonasera mie care amiche!
Come procede questa uggiosa settimana autunnale? Qui è sempre grigio, un po' piove ed un po' no e c'è un'umidità che rende l'aria irrespirabile oltre al fatto che ci sono sempre 20 - 22 gradi...si muore di caldo, non si sa come vestirsi...
L'attesa qui continua...e noi attendiamo!
Intanto ne approfitto per riposarmi per benino e cucinare per i miei uomini!
 
Ecco una ricetta che, con poco sforzo vi permetterà di ottenere un sugo per la pasta ed il secondo con il contorno...non male no?!?
 
INVOLTINI DI CARNE AL SUGO

Ingredienti:
- 6 fettine di carne di vitello per involtini
- 6 fettine di speck
- 3 fettine di formaggio a fette tipo Emmental
- sale
- 1 cucchiaino di zucchero
- 1 carota
- 1 cipolla
- 1 gambo di sedano
- olio
- olio per friggere
- 1/2 rametto di rosmarino
- 1bicchiere di vino bianco
- 1 barattolo di salsa di pomodoro
- 2 patate medie
- pasta corta o tagliatelle

Se le fettine sono troppo grosse, tagliarle a metà. Su ogni fetta adagiare mezza fettina di speck e un pezzetto di formaggio. Arrotolare e sigillare con gli stuzzicadenti.
Tritare con un frullino la carota, la cipolla,il sedano ed il rosmarino.In un tegame un pò alto e capiente, far soffriggere l'olio ed il trito. Rosolarvi gli involtini, sfumare con il vino, unire la passata di pomodoro, salare poco e aggiungere lo zucchero.  Cuocere a fuoco lento per circa un'ora, se il sugo si restringe troppo, aggiungere un bicchiere di acqua calda. Girare e rimescolare spesso.
Nel mentre far bollire l'acqua per la pasta, salarla e cuocere la pasta calcolando che sia cotta quando lo è anche il sugo. Condire la pasta con il sugo.
Per accompagnare gli involtini, ho preparato delle patatine tagliate a bastoncino e fritte in olio di semi.

Et voilà il risultato:


Mentre rosolavano...


Prima della fine cottura
Buon appetito!
Bacini

lunedì 21 ottobre 2013

Torta allo yogurt con cioccolato (torta 7 vasetti)

Buonasera a tutte mie care amiche!
Com'è iniziata la vostra settimana? Qui all'insegna del brutto tempo, della passeggiatina mattutina (anziché portare a spasso il cane, io porto a spasso me stessa e la mia panciotta!), della micro-spesa, del riordino in casa, della preparazione della cena in anticipo, del riposino post pranzo...poi è arrivato il mio ometto con la nonna, mia suocera, che l'ha gentilmente recuperato all'asilo, dopo una doccia veloce caratterizzata da delle urla come se lo stessi lavando con l'acido muriatico, abbiamo giocato un pochino e poi a nanna per il riposino pomeridiano.
 
Però stamani ad attenderci in cucina c'era un'ottima torta con un profumino delizioso...

TORTA ALLO YOGURT CON CIOCCOLATO (torta 7 vasetti)

Ingredienti:
- 1 vasetto di yogurt intero
- 2 vasetti di zucchero
- 3 vasetti di farina
- 1vasetto scarso di olio di semi
- 1bustina di lievito di birra
- 3 uova
- la scorza di mezzo limone
- un pizzico di sale
- qualche scaglia di cioccolato (o gocce di cioccolato) per un sapore ancora più buono!

Montare a neve gli albumi e tenerli da parte. Nella planetaria mescolare i tuorli con lo zucchero, aggiungere lo yogurt, l'olio, la farina, il lievito, la scorza del limone grattugiata, il sale e qualche scaglia di cioccolato. Mescolare ed unire per ultimi gli albumi, lentamente mescolando dal basso verso l'alto per non "smontare" l'impasto.
Mettere in una tortiera (nel mio caso di silicone) ed infornare a 170° per 40 min. (fate la prova stecchino).

Et voilà il risultato:

 

l'interno della torta
Buon appetito!
Bacini

giovedì 17 ottobre 2013

Torta di bietole e prosciutto cotto

Buonasera mie care amiche!
Sono giorni che voglio scrivervi, ma sono sempre in giro a ritirare referti medici, a fare visite, a sistemare casa...
Qui è tutto pronto: ho sistemato per bene la camera del mio cucciolo, ops dei miei cuccioli!!! Ho creato uno spazio ampio per il cucciolo-grande dove potrà giocare senza sentirsi oppresso dal fratello-sorella (anche se poi predilige giocare in cucina...), ho sistemato per benino tutto l'occorrente per il-la new-entry, ho preparato la carrozzina per l'uscita dall'ospedale e la culla per tutti i riposini che farà (spero con tutto il cuore che non ci dia problemi con il dormire perché la notte io la patisco tanto e col primo all'inizio era una tragedia...).
 
La culla
Oggi è una giornata splendida, un sole primaverile incredibile (vi confesso che non lo sopporto più questo caldo...lo odio proprio, sudo di niente...saranno i 15 kg in più???). Stamani ho fatto la visita ginecologica: è tutto prontissimo, ma l'utero è ancora alto perciò arriverò sicuramente al termine... - 20 GIORNI ALLA SCADENZA! Sono giornate pesanti queste, il bruciore di stomaco forse si sta un po' attenuando (sarà che sto mangiando in bianco che più bianco non si può, neanche all'ospedale offrono dei pranzi-cene così...marito e figlio mi guardano impietositi e io guardo loro con la bava alla bocca!!!), il mal di schiena è devastante e ora si è aggiunto pure il raffreddore. SONO UN ROTTAME!!!
 
Ma io continuo a cucinare per i miei uomini, mica posso tenere a stecchetto pure loro poverini! Però preparo tutte cose mooolto semplici, che richiedono il minimo sforzo e il minor tempo possibile da passare in piedi!!!
 
TORTA DI BIETOLE E PROSCIUTTO COTTO

Ingredienti: 
- 1 confezione di pasta sfoglia
- 1 hg di prosciutto cotto
- 2 uova
- 200 gr di ricotta
- 3 sottilette
- 500 gr di bietole (io ho usato quelle già lavate e asciugate...perdonatemi la pigrizia!)
- parmigiano grattugiato
- sale
- maggiorana

Far bollire le bietole, poi scolarle e tagliarle grossolanamente.
In una terrina sbattere le uova con la ricotta, il parmigiano grattugiato, le sottilette tagliate a pezzetti, sale e maggiorana. Unirvi le bietole e mescolare.
Rivestire una tegame con la pasta sfoglia, lasciandola sulla sua carta da forno, bucherellarla e rivestire con il prosciutto cotto. Ricoprire con il composto di bietole e infornare per 30 minuti a 180 gradi.

Et voilà il risultato:

 

Buon appetito!
Bacini

venerdì 11 ottobre 2013

Gnocchi di zucca alla crema di gorgonzola

Buongiorno mie care!
Ieri sera c'è stata una vera e propria bufera di vento...sembrava l'arrivo di una tempesta! Stamani ci siamo svegliati con 12 gradi scarsi...e così fuori i piumini, le calze più pesanti...e i vestiti che al mio cucciolo non vanno più bene...per fortuna i bimbi crescono, ma, pur comprando una taglia in più, io non riesco a mettergli un vestito in primavera e autunno :(
 
E siamo arrivati al tempo della zucca...a noi piace tanto, fatta in tanti modi, oggi vi propongo un primo piatto che piace sia ai grandi che ai piccini!

GNOCCHI DI ZUCCA ALLA CREMA DI GORGONZOLA
 [Ricetta di Benedetta Parodi]

Ingredienti:
- 500 gr di zucca con la buccia
- 50 gr. di burro
- 250 gr di farina 00
- sale
- 200 gr di gorgonzola
- 100 ml di latte
- formaggio grattugiato q.b.
- pepe

Tagliare la zucca a pezzi, eliminando la buccia, e lessarla in pentola a pressione per 3 minuti dal sibilo (la ricetta originale prevede di lasciarle la buccia, tagliarla a fette e cuocerla in forno per 60 minuti), scolarla per bene e porla nel robot con il burro e la farina (oppure una ciotola se impastate a mano). Mescolare il tutto in modo da ottenere un imposto morbido ed elastico (eventualmente aggiungere altra farina), trasferirlo sul piano di lavoro ed iniziare a dar forma agli gnocchi: fare dei salsicciotti lunghi e spessi circa un dito, tagliarli alla distanza di circa 1,5 cm e passarli sui rebbi della forchetta (se avete fretta potete anche non passarli sulla forchetta). Infarinarli in modo che non si attacchino l'un l'altro. Io per comodità (dietro consiglio della mia amica Sara che ha un negozio di pasta fresca) li dispongo distanziati ed infarinati sui tegami da pizza e li metto in freezer per 10 minuti in modo che si congelino e poi li cuocio così che non si attacchino in fase di cottura (oppure li metto nei sacchetti da freezer e li conservo finché non mi servono).
Cuocerli in acqua bollente salata per qualche minuto da quando non saranno saliti a galla (assaggiarli spesso!).
Nel mentre in un pentolino far sciogliere il gorgonzola con il latte, aggiungere una spolverata di pepe e il formaggio grattugiato.
Condire gli gnocchi con il sugo e spolverizzare con altro parmigiano.

Et voilà il risultato:



Buon appetito!
Bacini

mercoledì 9 ottobre 2013

Torta di mele e gelato al cioccolato

Ciao mie care!
Come state? Qui ancora tutto tace, per fortuna! Inizio settimana di analisi varie obbligatorie a fine gravidanza (e che ovviamente la mutua non passa...ma se sono obbligatorie?!? Va beh stendiamo un velo pietoso che è meglio...è tutto un "mangia mangia" ovunque!).
Ieri shopping all'Ikea con il maritino, oltre ad una bella e funzionale scrivania, ho comprato anche parecchie scatole dove riporre quelle coperte che occupano tutto l'armadio e che non si usano quasi mai, ma che tengo per scorta (non si sa mai che in casa si formi il ghiaccio!!!), quelle lenzuola che nel letto non mi piacciono più ma che tengo per il divano letto in caso di emergenza, quegli asciugamani che potrebbero sempre servire...insomma ho da riordinare tutto l'armadio (oltre che fare il cambio di stagione, ma quello ho deciso che lo farò come ultimissimo lavoro prima di partorire perché lo odioooooooooooooooooooo!!!).
 
L'altro giorno avevo nel frigorifero degli albumi avanzati da una crostata, la panna che sarebbe scaduta dopo pochi giorni, le mele della nonna del maritino (le mele dei suoi alberi...ne ho da vendere!!!) e così mi sono messa a cercare su internet una ricetta che potesse contenere tutti questi ingredienti. Poi mi sono ricordata che nel freezer avevo ancora la vaschetta della gelatiera e così ho deciso di fare un mix di dolci! Entrambi semplici da fare ma OTTIMI!!!

TORTA DI MELE E GELATO AL CIOCCOLATO
[Ricetta di L'amore in cucina - Ricetta di La cucina di Federica]
  • TORTA DI MELE
    • Ingredienti:
      • 4 albumi
      • 160 gr di zucchero
      • 120 gr di burro ammorbidito
      • 200 gr di farina 00 (la ricetta originale prevede 120 di farina e 80 di fecola)
      • 2 cucchiaini di lievito per dolci
      • 3 mele
      • il succo di mezzo limone
      • zucchero a velo (facoltativo)
Nella planetaria montare gli albumi a neve e tenerli da parte in una ciotola. Nella planetaria amalgamare il burro con lo zucchero, aggiungere la farina, il lievito e per ultimi gli albumi (inserirli mescolando dal basso verso l'alto).
Sbucciare e tagliare le mele a pezzetti piccoli, irrorarle con il succo di limone ed un paio di cucchiaini di zucchero, unirle quindi all'impasto mescolando il tutto delicatamente dal basso verso l'alto.
Foderare di carta da forno una tortiera rettangolare (tipo quelle da pizza), versarvi il composto, livellarlo ed infornarlo a 180° per 15-20 minuti (fate la prova stecchino). Una volta raffreddata spolverarla con lo zucchero a velo (facoltativo).

Et voilà il risultato:

Prima di essere spolverata con lo zucchero a velo

  • GELATO AL CIOCCOLATO (dose per 500 gr di gelato)
    • Ingredienti:
      • 180 gr di cioccolato fondente
      • 150 gr di zucchero
      • 180 gr di latte parzialmente scremato (la ricetta originale ne prevede 130 gr)
      • 1 uovo
      • 200 gr di panna fresca (la ricetta originale ne prevede 250 gr)
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con il latte. Nel mentre montare con il frullino ad immersione l'uovo con lo zucchero. Unire i due composti e mixarli insieme. Far raffreddare in frigorifero per alcune ore.
Unire la panna al composto e mescolare. Mettere il tutto nella gelatiera (la mia gelatiera, della KitchenAid, deve stare in freezer almeno una notte) per 20 minuti (in base al tipo di gelatiera che avete). Versatelo quindi in un contenitore ermetico (io riciclo le vaschette del gelato confezionato...) e lasciatelo in freezer almeno 30 minuti.

Et voilà il risultato del piatto composto:

Il gelato è un po' mollo perché non abbiamo aspettato si congelasse!

Buon appetito!
Bacini
 

venerdì 4 ottobre 2013

Gli ossobuchi...della suocera!

Ciao care!
Oggi qui è arrivato l'autunno, c'è molto vento, fa freschetto...vi dirò che non mi dispiace, ero stufa di quell'aria semi calda, però il vento proprio non lo sopporto...e siamo solo all'inizio della stagione ventosa!!!
 
Ieri è stata una giornata impegnativa al mattino, così al pomeriggio è venuta in mio soccorso mia suocera: è andata a prendere il cucciolo all'asilo, me l'ha portato a domicilio e ha stirato il bucato. Il giorno prima avevo comprato gli ossobuchi che al marito piacciono tantissimo ma che mangia solo ogni tanto a casa dei suoi perché io non li ho mai comprati e mai cucinati e così...ho approfittato della presenza della suocera che mi ha insegnato la sua ricetta: UN SUCCESSONE! Persino al cucciolo sono piaciuti! Merito anche della tenerissima carne ovviamente!
 
OSSOBUCHI IN PENTOLA A PRESSIONE
[Ricetta di nonna Graziella, alias mia suocera!]
 
Ingredienti:
  • 4 ossobuchi
  • farina q.b.
  • 1 cipolla
  • olio
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 1 carota
  • una manciata di pinoli
  • rosmarino
  • salvia
  • sale
  • brodo vegetale 5 mestoli (io ho fatto brodo di dado)
Fare un paio di tagli laterali alla carne in modo che non si arricci in cottura. Nella pentola a pressione far rosolare l'olio con mezza cipolla tritata. Nel frattempo infarinare la carne, metterla a rosolare nella pentola, sfumare con il vino bianco e far evaporare.
Preparare un trito con la carota, i pinoli, la mezza cipolla rimasta, il rosmarino e la salvia. Unire il trito alla carne, far rosolare leggermente unendo un mestolo di brodo.
Una volta rosolata unire il restante brodo e chiudere la pentola a pressione. Dal sibilo ho calcolato 20 minuti. Sfiatare e aprire la pentola, controllare la cottura della carne e se risulta troppo sughetto farlo evaporare a fuoco vivace senza coperchio.
Io li ho serviti con un contorno di zucchini trifolati al prezzemolo.
 
Et voilà il risultato:
 
 
 
Buon appetito!
Bacini

mercoledì 2 ottobre 2013

Crostata con confettura di prugne...per un arrivederci!

Ciao carissime!
Questa è una settimana un po' particolare: lunedì mi sono riposata parecchio, ieri ho girato come una trottola per ritirare vari referti di esami preparto e oggi è stato l'ULTIMO GIORNO DI LAVORO IN UFFICIO...eh si mie care, anche per me è arrivato l'inizio della maternità. Beh, sono all'8° mese e di più non potevo certo fare. E' stata una mia decisione di lavorare quasi fino all'ultimo così da godermi un mese in più dopo a casa con il pargoletto-a. Faccio un lavoro sedentario, impiegata, part-time perciò non mi sarebbe pesato per nulla arrivare fino ad oggi...invece è stato un po' un tour de force, un mese di Settembre impegnativo, tra l'inserimento alla materna (per fortuna andato bene!), l'affiancamento alla nuova collega (per fortuna brava), i kg che aumentano, le visite da fare, il sonno notturno disturbato da bruciore di stomaco, mal di schiena (insomma sono da rottamare!!!) ecc...
Però ce l'ho fatta, ora ho tanto bisogno di riposarmi e spero vivamente che il mio cucciolo non voglia nascere ancora perché non potrei farcela fisicamente!!!
 
Ma ora basta lagnarmi, ecco la ricetta nuova che ho provato e mi è piaciuta tanto, della crostata. L'ho preparata in occasione dell'ultimo giorno di lavoro e devo dire che ha riscosso un grande successo tra i colleghi! A PRESTO MIEI CARI "COMPAGNI DI LAVORO", GRAZIE A TUTTI PER L'AFFETTO CHE MI AVETE DIMOSTRATO! Mi mancherete nei prossimi mesi!
 
CROSTATA CON CONFETTURA DI PRUGNE
[Ricetta tratta da "Giallozafferano"]
 
Ingredienti:
  • 300 gr di farina 00
  • 150 gr di burro freddo di frigo e tagliato a pezzetti
  • 1 pizzico di sale
  • 130 gr di zucchero
  • 2 tuorli + 1 uovo per spennellare la sfoglia
  • la scorza di un limone
  • confettura di prugne (nel mio caso quella preparata dalla nonna del maritino, era di prugne e albicocche...ma è ottima con ogni tipo di confettura!)
Nella planetaria (o in un mixer) mescolate la farina con il sale ed il burro fino ad ottenere un composto sabbioso. Unire lo zucchero, la scorza del limone e i due tuorli.
Mescolare velocemente fino a formare un impasto liscio ed elastico.
Dargli la forma di una palla e fasciarla nella pellicola trasparente. Porre in frigo per almeno mezz'ora.
Con il mattarello stendere la sfoglia (ca. 3 - 4 mm di spessore) e posizionarla in una tortiera foderata di carta da forno (o imburrata e infarinata), bucherellare la base con una forchetta e adagiarvi la confettura (più ne mettete, più buona sarà la crostata!!!). Con la pasta avanzata create delle strisce che posizionerete a scacchiera sulla torta. Livellate i bordi della crostata con una forchetta (giusto da dargli una decorazione in più!) e spennellate la sfoglia con l'uovo sbattuto utilizzando un pennellino da cucina.
Infornate a 170° per 35-40 minuti (forno statico).
 
Et voilà il risultato:


Buon appetito!
Bacini