mercoledì 4 dicembre 2013

Plumcake alle mele e muesli

Ciao mie care!
Qui procede tutto bene, ancora qualche colica, io ogni tanto che urlo come una matta ai miei poveri bimbi anche per delle stupidaggini... insomma solita vita!
Purtroppo non ho tempo per un post lungo, ringrazio intanto Stefania per il pensiero che mi ha donato e appena avrò più tempo seguirò tutte le istruzioni.

PLUMCAKE ALLE MELE E MUESLI
[Ricetta di www.pensieriepasticci.com con varianti]

Ingredienti:
- 100 gr di farina 00
- 1 bustina di lievito
- 3 mele
- 50 gr di zucchero di canna
- 50 gr di zucchero
- 3 uova
- 5 cucchiai di olio extravergine
- 1 limone
- un pizzico di sale
- muesli per la copertura

Tagliare le mele a fettine sottili, e, nella planetaria, mescolarle con la farina ed il lievito. Unire lo zucchero, il sale, la buccia del limone grattugiata, l'olio e le uova.
Versare l'impasto in uno stampo da plumcake (nel mio caso di silicone, altrimenti rivestito di carta da forno o imburrato e infarinato) e cospargere con il muesli (io ho abbondato perché adoro il muesli, in casa avevo quello con la frutta disidratata ed i cereali).
Per la cottura vedete il vostro forno, nel mio i plumcake devono cuocere a 160° per 60-70 minuti in modo che non brucino fuori e siano belli cotti anche dentro.

Et voilà il risultato:



Buon appetito!
Bacini

mercoledì 20 novembre 2013

Torta di uva

Buonasera a tutte!
Come state?
Prima di iniziare con le lamentele che ultimamente sembrano l'unica cosa che so fare, voglio ringraziarvi tutte per i bellissimi commenti che mi avete lasciato nel post in cui ho annunciato la nascita della mia principessa! Siete carinissime! Grazie, grazie, grazie!!!
 
Vi scrivo con il braccio la cucciola che ha da poco finito la pappa e che da qualche giorno soffre delle tanto temute-odiose coliche...col primo erano state un incubo, con lei per ora un po' meno, però sono sempre puntuali tutti i giorni...mannaggia! A volte mi faccio prendere dallo sconforto, altre son più fiduciosa...beh anch'io che credevo-mi sentivo una roccia, ieri sono crollata fisicamente con un bel febbrone a 38°, dovuto a stanchezza-cambiamenti vari. Per fortuna è durata solo un giorno...e meno male che prendo le vitamine!!!
 
Comunque sia mie care, nonostante anche a causa del mal tempo sono un po' bloccata a casa, nonostante a volte abbia degli scatti d'ira...sono felice della famiglia che ho costruito, amo i miei figli, me li abbraccio e bacio più che posso, amo mio marito...non potrei proprio chiedere di più!
 
Vi lascio una ricetta provata gli ultimi giorni di gravidanza.

TORTA DI UVA
[Ricetta di ilfantasticomondo di Alessandra Castillo - Blog di Giallo Zafferano - con alcune modifiche]

Ingredienti:
- 2 uova
- 100 gr di zucchero
- 100 gr di burro a temperatura ambiente
- 200 gr di farina00
- 70  gr di fecola di patate
- 1 bustina di lievito per dolci
- 100 gr di uva
- 3 cucchiai di Gran Marnier
- 1 bicchierino di acqua
- la buccia grattugiata di mezzo limone

Lavare e tagliare gli acini di uva a pezzetti, eliminando i semini, metterli a macerare per mezz'ora in una bacinella con il liquore e l'acqua.

Nella planetaria sbattere le uova con lo zucchero, unire le farine, il lievito, il burro e la buccia del limone. Mescolare ed aggiungere l'uva scolata e due cucchiai della macerazione. Versare il tutto in una tortiera imburrata (nel mio caso di silicone) ed infornare a 160 per 40 minuti (o 180 per 30 minuti). Fare la prova stecchino.

Et voilà il risultato:



Buon appetito!
Bacini.

martedì 12 novembre 2013

Dopo un fiocco azzurro...un FIOCCO ROSA!!!

Mie care, l'ultimo post è del 6 Novembre, quando ero qui al computer, un po' sbuffante perché era il giorno del termine e ancora il-la cucciolo-a non ne voleva sapere di uscire. Dopo solo mezz'ora da quel post, mi sdraio sul divano per riposarmi un po', ma ecco che compare un dolorino un po' "strano", dopo poco un altro... nella stanza affianco c'era il mio ometto che dormiva ignaro di cosa sarebbe accaduto entro la fine della giornata. Chiamo subito il maritino che si precipita dall'ufficio, chiamo genitori e suoceri perché vengano a tenere il grande...alle 17.30 si parte alla volta dell'ospedale, impauriti più della prima volta perché sapevamo cosa ci avrebbe atteso. Alle 18.00 arriviamo all'ospedale, mi ricoverano e lì inizia il tutto, tutta la procedura...tutto accade nel giro di poche dolorose, interminabili, estenuanti ore, però alle
ore 21.10 del 6 NOVEMBRE ecco che nasce GRETA
 
Una bella bimba, sana, con gli occhi così gonfi da sembrare asiatica.
Alla nascita pesava kg 3.770 ed era lunga 51 cm.
Tutti stra-felici per non parlare di come Pietro ha accolto l'arrivo della sorellina...tutto molto commuovente per una bis-mamma che vi scrive con la sua bimba il braccio in attesa che torni il suo bimbo dall'asilo!
 
Permettetemi di ringraziare tutto lo staff medico e paramedico del CENTRO NASCITA ALTERNATIVO (LA CASA DEL PARTO) dell'Ospedale San Martino di Genova, in particolar modo l'Ostetrica Silvana che, insieme ad altro personale, mi ha seguito durante quelle ore. Per la seconda volta ho trovato personale splendido, in una struttura che riesce a farti sentire come a casa, a partire dal fatto che i papà e gli altri figli possono stare con la mamma tutto il giorno e mangiare insieme!
Un altro ringraziamento va a mamma e suocera perché nei giorni di degenza all'ospedale, si sono occupate di tenermi in ordine e pulita la casa.
L'ultimo ringraziamento, ma non per importanza, va a mio marito che, come tre anni fa (e come fa da 12 anni ad oggi), mi è stato affianco per tutta la gravidanza sopportando i miei sbalzi d'umore, i miei scatti d'ira, i miei malesseri ed ha assistito al parto, dandomi la forza che spesso mi mancava, dandomi quel coraggio che forse neanche lui in quei momenti aveva, ma che riusciva a dimostrarmi tenendomi per mano e dicendomi che stava andando tutto bene. Grazie amore di tutto! Tu e i nostri bimbi siete la mia vita, non so cosa farei senza di voi...e con una lacrimuccia che mi scende sulla guancia, Vi saluto mie care! (qui gli ormoni sono ancora un po' ballerini!).

A presto!
Un bacio grande a tutte.

mercoledì 6 novembre 2013

Polpette di cous cous e verdure

Ciao a tutti!
Ed eccoci giunti a Mercoledì 6 Novembre 2013. Sono passati 9 mesi da quando il mio secondo cucciolo si è formato dentro di me. Quando ho fatto il test sembrava così lontana questa data, invece ci siamo! Sono stati 9 mesi di "scoperte", di emozioni nuove. Una gravidanza bella ma completamente diversa dalla prima: tanti malesseri che con il primo non avevo avuto e che con questo mi accompagnano dal primo giorno di ritardo! Tanti mesi vissuti intensamente, senza riuscire però a dedicare alla mia panciotta il tempo che avevo dedicato alla prima, per la quale avevo scritto ogni giorno una pagina di diario...per questa sono tutti racconti collegati alle giornate trascorse con il grande. Un'esperienza nuova che questa volta abbiamo vissuto in 3, nuove spiegazioni da dare al "fratello maggiore" che inizia ad essere un po' agitato parlando all'asilo con la maestra dicendole della "sorellina che dorme nella pancia"...lui non ha dubbi che sia femmina, noi invece siamo convinti sia maschio! Comunque sia andrà tutto bene, l'importante è che stia bene sia la new entry che io. Sono terrorizzata all'idea di rivivere un altro parto, ma quando guardo lo splendore che ho fatto la prima volta so che, per quanto sarà doloroso, lungo ed estenuante, poi mi riprenderò e avrò tra le braccia un'altra meraviglia che mi riempirà ogni giorno di gioia (e che mi farà anche girare gli zebedei ogni tot!!!). Domani mattina farò il primo monitoraggio e un'ecografia per vedere a che punto siamo...ma quando ti farai conoscere mia dolce creatura?!? Siamo tutti ansiosi di sapere se sei maschietto o femminuccia, che faccetta hai e soprattutto io sono ansiosa di levarmi questi 15 kg che mi stanno devastando la schiena!!!
 
In questi giorni di cucina light, ecco che vi propongo una ricetta del riciclo-svuota frigo

POLPETTE DI COUS COUS E VERDURE

Ingredienti:
- 100 gr ca. di cous cous (cotto secondo la ricetta sulla confezione), la dose precisa non la so perché l'ho fatto ad occhio
- 1 carota
- poca zucca
- poco broccolo
- sale
- pepe
- 2 uova
- 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
- pan grattato
- erba cipollina (io ho usato quella disidratata...non ne avevo altra!)
- olio

Tagliare la verdura in pezzetti piccoli, salare e cuocere per 10 minuti circa in una padella con un filo di olio.
In una terrina sbattere un uovo, unire il cous cous, il formaggio grattugiato, il sale, il pepe, l'erba cipollina e le verdure intiepidite.
Formare delle polpettine che, messe in un tegame o vassoio o piatto, vanno riposte in frigo per addensarsi.
Se si friggono in olio di semi, bisogna passarle nell'uovo sbattuto con un pizzico di sale e nel pan grattato.
Se si cuociono in forno, come ho fatto io, basta semplicemente passarle nel pan grattato, cospargere con un filo di olio e cuocerle in forno a 180° per dieci minuti per lato.

Et voilà il risultato:


Buon appetito!
Bacini

sabato 2 novembre 2013

Gateau di patate, prosciutto e formaggio

Buonasera mie care lettrici!
E anche Ottobre se n'è andato e Novembre, col suo tempo uggioso, è iniziato e la scadenza del 6 si avvicina...credetemi che non ne posso più, gli ultimi giorni sono i più snervanti, sono tutta dolorante ovunque, parlo al mio cucciolo chiedendogli di uscire in fretta, ma mi sa che più faccio così peggio è...e attendiamo!!!
 
Voglio proporvi una ricetta che ho fatto ieri sera scopiazzando qua e là e personalizzandola con ciò che il mio frigo offriva. Tutto è nato dal fatto che non sapevo cosa preparare per cena, idee zero e voglia di spignattare poca, in frigo c'era del prosciutto crudo, una mozzarella, dello stracchino...proporli così erano pochi e un po' tristi e così cerca che ricerca ecco che ne è nato un ottimo
 
GATEAU DI PATATE, PROSCIUTTO E FORMAGGIO
 
Ingredienti:
- 600 gr di patate
- 100 gr di prosciutto crudo (col cotto verrà buono uguale)
- 1 mozzarella
- stracchino (non so dirvi quanto ne avevo...penso 100 gr o poco più)
- 3 uova
- sale
- pan grattato
- burro
- olio
 
Lessare le patate, passarle con lo schiacciapatate e raccoglierle in una ciotola, unire le uova ed il sale. Tritare metà del prosciutto grossolanamente, tagliare la mozzarella a dadini ed unire entrambi alle patate. Mescolare.
Imburrare una tortiera piccola dai bordi alti e cospargere con un po' di pan grattato, adagiarvi metà del composto di patate, appiattirlo e coprire con le fettine intere di prosciutto rimasto, cospargere con lo stracchino e ricoprire con il restante impasto di patate. Livellare, cospargere con altro pan grattato ed un filo di olio.
Cuocere in forno a 180°-200° per 30 minuti circa. Sopra deve formare una bella crosticina e dentro (provate con la punta di un coltello) restare asciutto.
 
Et voilà il risultato:

 
 
Buon appetito!
Bacini

martedì 29 ottobre 2013

Torta autunnale (cachi, mele e castagne)


Ciao mie care!
Qui la giornata è iniziata all'insegna del tempo pessimo, su Genova si è abbattuto un fortissimo temporale (e ogni volta che in autunno piove così forte ho il terrore dell'alluvione...), il cielo era così buio che sembrava mezzanotte. Per fortuna io ero in casa, il cucciolo all'asilo ed il maritino al lavoro così tutti all'asciutto! Ora che vi scrivo entra un timido raggio di sole dalla finestra...vi sembra normale questo tempo?!? Qui fa sempre caldo-umido...una schifezza di tempo.
 
L'altro giorno ho aperto il frigorifero e mi sono accorta ci fosse un caco che mi stava per salutare, una manciata di castagne bollite che erano un po' tristi...a due settimane dal termine qualsiasi donna con un minimo di "sale in zucca" avrebbe preso questi avanzi e li avrebbe buttati via, a me invece dispiaceva (cavolo mi ero fatta un mazzo a pelare tutte quelle castagne che buttarne via anche solo una manciata mi dispiaceva proprio!) e così ho deciso di preparare una torta...si ma la frutta era troppo poca e poi castagne e caco stavano bene assieme come gusto?!? Nel cestino della frutta c'erano anche due mele renette della nonna-bisnonna e così mi sono inventata questa torta che è deliziosa, è piaciuta a tutti (e io che sono a dieta ospedaliera per i problemi di stomaco, me ne sono concessa una fettina...almeno il bruciore mi è venuto per qualcosa!!!).
 
TORTA AUTUNNALE (CACHI, MELE E CASTAGNE)
 
Ingredienti:
- 1 caco
- 100 gr di castagne lessate e tritate grossolanamente
- 2 mele renette
- 280 gr di farina 00
- 180 gr di zucchero
- 100 gr di burro a temperatura ambiente
- 1 uovo
- 1 bustina di lievito per dolci
- mezzo bicchiere di latte
- zucchero a velo per guarnire
 
Nella planetaria montare l'uovo con lo zucchero, unire la farina, il burro, l'uovo, il lievito ed il latte. Mescolare ed aggiungere la polpa del caco, le castagne e le mele tagliate a pezzettini piccoli.
Mettere l'impasto in una tortiera (nel mio caso uno stampo in silicone) e cuocere a 160° per 40-45 minuti (fare la prova stecchino). Una volta sfornata e raffreddata cospargere con zucchero a velo.
Si mantiene morbida per alcuni giorni, è buona come dessert ma anche al mattino a colazione!
 
Et voilà il risultato:





Buon appetito!
Bacini

sabato 26 ottobre 2013

Fusilli pomodoro, zucchini e tonno

Ciao care!
State passando un bel weekend? Qui è all'insegna del relax perché mie care le mie energie sono praticamente nulle: mentalmente farei mille cose, ma fisicamente se riesco a stare in piedi per 1 ora di fila è già tanto. Stamani sono uscita per andare al supermercato vicino a casa, in condizioni normali ci vogliono 3 minuti ad andare e altrettanti a tornare...beh stamani, mano nella mano con il mio ometto, ci ho impiegato quasi mezz'ora tra andata e ritorno! Ho comprato mozzarelle, prosciutto e stracchino per farcire la pizza che il maritino sta impastando per cena...avete presente quanto pesano una confezione di mozzarelle, 2 hg. di prosciutto e 500 gr di stracchino?!? Beh camminavo come se avessi comprato 20 angurie e 10 kg di patate...
Siamo a -11 giorni al termine e chissà quand'è che questo "frugoletto" vorrà uscire...non ne posso più, ma so anche che poi mi lamenterò perché sarò sclerata tra il nuovo nato ed il "grande"...per fortuna all'asilo va volentieri!!!
 
Bene mie care, lo so, ultimamente sono un lamento continuo... vi lascio quindi con una ricetta semplice, veloce e gustosa.

FUSILLI POMODORO, ZUCCHINI E TONNO

Ingredienti:
- 250 gr di fusilli
- 2 pomodori
- 1 zucchino
- 1 scatoletta di tonno al naturale
- olio
- scalogno
- sale
- peperoncino
- basilico qualche foglia

Sbucciare i pomodori e tagliarli a cubetti, tagliare lo zucchino a pezzetti. In una padella rosolare lo scalogno in pochi cucchiai di olio, unirvi le verdure, salare ed aggiungere il peperoncino ed il basilico tritato. Lasciare cuocere per 10 minuti circa. Quasi a fine cottura aggiungere il tonno e mescolare.
Nel mentre cuocere la pasta in acqua salata.
Scolare i fusilli ed unirli nella padella del sugo, rimescolare il tutto per mantecare e servire.
 
Et voilà il risultato:
 

 
 
Buon appetito!
Bacini

giovedì 24 ottobre 2013

Involtini di carne al sugo (primo, secondo e contorno)

Buonasera mie care amiche!
Come procede questa uggiosa settimana autunnale? Qui è sempre grigio, un po' piove ed un po' no e c'è un'umidità che rende l'aria irrespirabile oltre al fatto che ci sono sempre 20 - 22 gradi...si muore di caldo, non si sa come vestirsi...
L'attesa qui continua...e noi attendiamo!
Intanto ne approfitto per riposarmi per benino e cucinare per i miei uomini!
 
Ecco una ricetta che, con poco sforzo vi permetterà di ottenere un sugo per la pasta ed il secondo con il contorno...non male no?!?
 
INVOLTINI DI CARNE AL SUGO

Ingredienti:
- 6 fettine di carne di vitello per involtini
- 6 fettine di speck
- 3 fettine di formaggio a fette tipo Emmental
- sale
- 1 cucchiaino di zucchero
- 1 carota
- 1 cipolla
- 1 gambo di sedano
- olio
- olio per friggere
- 1/2 rametto di rosmarino
- 1bicchiere di vino bianco
- 1 barattolo di salsa di pomodoro
- 2 patate medie
- pasta corta o tagliatelle

Se le fettine sono troppo grosse, tagliarle a metà. Su ogni fetta adagiare mezza fettina di speck e un pezzetto di formaggio. Arrotolare e sigillare con gli stuzzicadenti.
Tritare con un frullino la carota, la cipolla,il sedano ed il rosmarino.In un tegame un pò alto e capiente, far soffriggere l'olio ed il trito. Rosolarvi gli involtini, sfumare con il vino, unire la passata di pomodoro, salare poco e aggiungere lo zucchero.  Cuocere a fuoco lento per circa un'ora, se il sugo si restringe troppo, aggiungere un bicchiere di acqua calda. Girare e rimescolare spesso.
Nel mentre far bollire l'acqua per la pasta, salarla e cuocere la pasta calcolando che sia cotta quando lo è anche il sugo. Condire la pasta con il sugo.
Per accompagnare gli involtini, ho preparato delle patatine tagliate a bastoncino e fritte in olio di semi.

Et voilà il risultato:


Mentre rosolavano...


Prima della fine cottura
Buon appetito!
Bacini

lunedì 21 ottobre 2013

Torta allo yogurt con cioccolato (torta 7 vasetti)

Buonasera a tutte mie care amiche!
Com'è iniziata la vostra settimana? Qui all'insegna del brutto tempo, della passeggiatina mattutina (anziché portare a spasso il cane, io porto a spasso me stessa e la mia panciotta!), della micro-spesa, del riordino in casa, della preparazione della cena in anticipo, del riposino post pranzo...poi è arrivato il mio ometto con la nonna, mia suocera, che l'ha gentilmente recuperato all'asilo, dopo una doccia veloce caratterizzata da delle urla come se lo stessi lavando con l'acido muriatico, abbiamo giocato un pochino e poi a nanna per il riposino pomeridiano.
 
Però stamani ad attenderci in cucina c'era un'ottima torta con un profumino delizioso...

TORTA ALLO YOGURT CON CIOCCOLATO (torta 7 vasetti)

Ingredienti:
- 1 vasetto di yogurt intero
- 2 vasetti di zucchero
- 3 vasetti di farina
- 1vasetto scarso di olio di semi
- 1bustina di lievito di birra
- 3 uova
- la scorza di mezzo limone
- un pizzico di sale
- qualche scaglia di cioccolato (o gocce di cioccolato) per un sapore ancora più buono!

Montare a neve gli albumi e tenerli da parte. Nella planetaria mescolare i tuorli con lo zucchero, aggiungere lo yogurt, l'olio, la farina, il lievito, la scorza del limone grattugiata, il sale e qualche scaglia di cioccolato. Mescolare ed unire per ultimi gli albumi, lentamente mescolando dal basso verso l'alto per non "smontare" l'impasto.
Mettere in una tortiera (nel mio caso di silicone) ed infornare a 170° per 40 min. (fate la prova stecchino).

Et voilà il risultato:

 

l'interno della torta
Buon appetito!
Bacini

giovedì 17 ottobre 2013

Torta di bietole e prosciutto cotto

Buonasera mie care amiche!
Sono giorni che voglio scrivervi, ma sono sempre in giro a ritirare referti medici, a fare visite, a sistemare casa...
Qui è tutto pronto: ho sistemato per bene la camera del mio cucciolo, ops dei miei cuccioli!!! Ho creato uno spazio ampio per il cucciolo-grande dove potrà giocare senza sentirsi oppresso dal fratello-sorella (anche se poi predilige giocare in cucina...), ho sistemato per benino tutto l'occorrente per il-la new-entry, ho preparato la carrozzina per l'uscita dall'ospedale e la culla per tutti i riposini che farà (spero con tutto il cuore che non ci dia problemi con il dormire perché la notte io la patisco tanto e col primo all'inizio era una tragedia...).
 
La culla
Oggi è una giornata splendida, un sole primaverile incredibile (vi confesso che non lo sopporto più questo caldo...lo odio proprio, sudo di niente...saranno i 15 kg in più???). Stamani ho fatto la visita ginecologica: è tutto prontissimo, ma l'utero è ancora alto perciò arriverò sicuramente al termine... - 20 GIORNI ALLA SCADENZA! Sono giornate pesanti queste, il bruciore di stomaco forse si sta un po' attenuando (sarà che sto mangiando in bianco che più bianco non si può, neanche all'ospedale offrono dei pranzi-cene così...marito e figlio mi guardano impietositi e io guardo loro con la bava alla bocca!!!), il mal di schiena è devastante e ora si è aggiunto pure il raffreddore. SONO UN ROTTAME!!!
 
Ma io continuo a cucinare per i miei uomini, mica posso tenere a stecchetto pure loro poverini! Però preparo tutte cose mooolto semplici, che richiedono il minimo sforzo e il minor tempo possibile da passare in piedi!!!
 
TORTA DI BIETOLE E PROSCIUTTO COTTO

Ingredienti: 
- 1 confezione di pasta sfoglia
- 1 hg di prosciutto cotto
- 2 uova
- 200 gr di ricotta
- 3 sottilette
- 500 gr di bietole (io ho usato quelle già lavate e asciugate...perdonatemi la pigrizia!)
- parmigiano grattugiato
- sale
- maggiorana

Far bollire le bietole, poi scolarle e tagliarle grossolanamente.
In una terrina sbattere le uova con la ricotta, il parmigiano grattugiato, le sottilette tagliate a pezzetti, sale e maggiorana. Unirvi le bietole e mescolare.
Rivestire una tegame con la pasta sfoglia, lasciandola sulla sua carta da forno, bucherellarla e rivestire con il prosciutto cotto. Ricoprire con il composto di bietole e infornare per 30 minuti a 180 gradi.

Et voilà il risultato:

 

Buon appetito!
Bacini

venerdì 11 ottobre 2013

Gnocchi di zucca alla crema di gorgonzola

Buongiorno mie care!
Ieri sera c'è stata una vera e propria bufera di vento...sembrava l'arrivo di una tempesta! Stamani ci siamo svegliati con 12 gradi scarsi...e così fuori i piumini, le calze più pesanti...e i vestiti che al mio cucciolo non vanno più bene...per fortuna i bimbi crescono, ma, pur comprando una taglia in più, io non riesco a mettergli un vestito in primavera e autunno :(
 
E siamo arrivati al tempo della zucca...a noi piace tanto, fatta in tanti modi, oggi vi propongo un primo piatto che piace sia ai grandi che ai piccini!

GNOCCHI DI ZUCCA ALLA CREMA DI GORGONZOLA
 [Ricetta di Benedetta Parodi]

Ingredienti:
- 500 gr di zucca con la buccia
- 50 gr. di burro
- 250 gr di farina 00
- sale
- 200 gr di gorgonzola
- 100 ml di latte
- formaggio grattugiato q.b.
- pepe

Tagliare la zucca a pezzi, eliminando la buccia, e lessarla in pentola a pressione per 3 minuti dal sibilo (la ricetta originale prevede di lasciarle la buccia, tagliarla a fette e cuocerla in forno per 60 minuti), scolarla per bene e porla nel robot con il burro e la farina (oppure una ciotola se impastate a mano). Mescolare il tutto in modo da ottenere un imposto morbido ed elastico (eventualmente aggiungere altra farina), trasferirlo sul piano di lavoro ed iniziare a dar forma agli gnocchi: fare dei salsicciotti lunghi e spessi circa un dito, tagliarli alla distanza di circa 1,5 cm e passarli sui rebbi della forchetta (se avete fretta potete anche non passarli sulla forchetta). Infarinarli in modo che non si attacchino l'un l'altro. Io per comodità (dietro consiglio della mia amica Sara che ha un negozio di pasta fresca) li dispongo distanziati ed infarinati sui tegami da pizza e li metto in freezer per 10 minuti in modo che si congelino e poi li cuocio così che non si attacchino in fase di cottura (oppure li metto nei sacchetti da freezer e li conservo finché non mi servono).
Cuocerli in acqua bollente salata per qualche minuto da quando non saranno saliti a galla (assaggiarli spesso!).
Nel mentre in un pentolino far sciogliere il gorgonzola con il latte, aggiungere una spolverata di pepe e il formaggio grattugiato.
Condire gli gnocchi con il sugo e spolverizzare con altro parmigiano.

Et voilà il risultato:



Buon appetito!
Bacini

mercoledì 9 ottobre 2013

Torta di mele e gelato al cioccolato

Ciao mie care!
Come state? Qui ancora tutto tace, per fortuna! Inizio settimana di analisi varie obbligatorie a fine gravidanza (e che ovviamente la mutua non passa...ma se sono obbligatorie?!? Va beh stendiamo un velo pietoso che è meglio...è tutto un "mangia mangia" ovunque!).
Ieri shopping all'Ikea con il maritino, oltre ad una bella e funzionale scrivania, ho comprato anche parecchie scatole dove riporre quelle coperte che occupano tutto l'armadio e che non si usano quasi mai, ma che tengo per scorta (non si sa mai che in casa si formi il ghiaccio!!!), quelle lenzuola che nel letto non mi piacciono più ma che tengo per il divano letto in caso di emergenza, quegli asciugamani che potrebbero sempre servire...insomma ho da riordinare tutto l'armadio (oltre che fare il cambio di stagione, ma quello ho deciso che lo farò come ultimissimo lavoro prima di partorire perché lo odioooooooooooooooooooo!!!).
 
L'altro giorno avevo nel frigorifero degli albumi avanzati da una crostata, la panna che sarebbe scaduta dopo pochi giorni, le mele della nonna del maritino (le mele dei suoi alberi...ne ho da vendere!!!) e così mi sono messa a cercare su internet una ricetta che potesse contenere tutti questi ingredienti. Poi mi sono ricordata che nel freezer avevo ancora la vaschetta della gelatiera e così ho deciso di fare un mix di dolci! Entrambi semplici da fare ma OTTIMI!!!

TORTA DI MELE E GELATO AL CIOCCOLATO
[Ricetta di L'amore in cucina - Ricetta di La cucina di Federica]
  • TORTA DI MELE
    • Ingredienti:
      • 4 albumi
      • 160 gr di zucchero
      • 120 gr di burro ammorbidito
      • 200 gr di farina 00 (la ricetta originale prevede 120 di farina e 80 di fecola)
      • 2 cucchiaini di lievito per dolci
      • 3 mele
      • il succo di mezzo limone
      • zucchero a velo (facoltativo)
Nella planetaria montare gli albumi a neve e tenerli da parte in una ciotola. Nella planetaria amalgamare il burro con lo zucchero, aggiungere la farina, il lievito e per ultimi gli albumi (inserirli mescolando dal basso verso l'alto).
Sbucciare e tagliare le mele a pezzetti piccoli, irrorarle con il succo di limone ed un paio di cucchiaini di zucchero, unirle quindi all'impasto mescolando il tutto delicatamente dal basso verso l'alto.
Foderare di carta da forno una tortiera rettangolare (tipo quelle da pizza), versarvi il composto, livellarlo ed infornarlo a 180° per 15-20 minuti (fate la prova stecchino). Una volta raffreddata spolverarla con lo zucchero a velo (facoltativo).

Et voilà il risultato:

Prima di essere spolverata con lo zucchero a velo

  • GELATO AL CIOCCOLATO (dose per 500 gr di gelato)
    • Ingredienti:
      • 180 gr di cioccolato fondente
      • 150 gr di zucchero
      • 180 gr di latte parzialmente scremato (la ricetta originale ne prevede 130 gr)
      • 1 uovo
      • 200 gr di panna fresca (la ricetta originale ne prevede 250 gr)
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con il latte. Nel mentre montare con il frullino ad immersione l'uovo con lo zucchero. Unire i due composti e mixarli insieme. Far raffreddare in frigorifero per alcune ore.
Unire la panna al composto e mescolare. Mettere il tutto nella gelatiera (la mia gelatiera, della KitchenAid, deve stare in freezer almeno una notte) per 20 minuti (in base al tipo di gelatiera che avete). Versatelo quindi in un contenitore ermetico (io riciclo le vaschette del gelato confezionato...) e lasciatelo in freezer almeno 30 minuti.

Et voilà il risultato del piatto composto:

Il gelato è un po' mollo perché non abbiamo aspettato si congelasse!

Buon appetito!
Bacini
 

venerdì 4 ottobre 2013

Gli ossobuchi...della suocera!

Ciao care!
Oggi qui è arrivato l'autunno, c'è molto vento, fa freschetto...vi dirò che non mi dispiace, ero stufa di quell'aria semi calda, però il vento proprio non lo sopporto...e siamo solo all'inizio della stagione ventosa!!!
 
Ieri è stata una giornata impegnativa al mattino, così al pomeriggio è venuta in mio soccorso mia suocera: è andata a prendere il cucciolo all'asilo, me l'ha portato a domicilio e ha stirato il bucato. Il giorno prima avevo comprato gli ossobuchi che al marito piacciono tantissimo ma che mangia solo ogni tanto a casa dei suoi perché io non li ho mai comprati e mai cucinati e così...ho approfittato della presenza della suocera che mi ha insegnato la sua ricetta: UN SUCCESSONE! Persino al cucciolo sono piaciuti! Merito anche della tenerissima carne ovviamente!
 
OSSOBUCHI IN PENTOLA A PRESSIONE
[Ricetta di nonna Graziella, alias mia suocera!]
 
Ingredienti:
  • 4 ossobuchi
  • farina q.b.
  • 1 cipolla
  • olio
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 1 carota
  • una manciata di pinoli
  • rosmarino
  • salvia
  • sale
  • brodo vegetale 5 mestoli (io ho fatto brodo di dado)
Fare un paio di tagli laterali alla carne in modo che non si arricci in cottura. Nella pentola a pressione far rosolare l'olio con mezza cipolla tritata. Nel frattempo infarinare la carne, metterla a rosolare nella pentola, sfumare con il vino bianco e far evaporare.
Preparare un trito con la carota, i pinoli, la mezza cipolla rimasta, il rosmarino e la salvia. Unire il trito alla carne, far rosolare leggermente unendo un mestolo di brodo.
Una volta rosolata unire il restante brodo e chiudere la pentola a pressione. Dal sibilo ho calcolato 20 minuti. Sfiatare e aprire la pentola, controllare la cottura della carne e se risulta troppo sughetto farlo evaporare a fuoco vivace senza coperchio.
Io li ho serviti con un contorno di zucchini trifolati al prezzemolo.
 
Et voilà il risultato:
 
 
 
Buon appetito!
Bacini

mercoledì 2 ottobre 2013

Crostata con confettura di prugne...per un arrivederci!

Ciao carissime!
Questa è una settimana un po' particolare: lunedì mi sono riposata parecchio, ieri ho girato come una trottola per ritirare vari referti di esami preparto e oggi è stato l'ULTIMO GIORNO DI LAVORO IN UFFICIO...eh si mie care, anche per me è arrivato l'inizio della maternità. Beh, sono all'8° mese e di più non potevo certo fare. E' stata una mia decisione di lavorare quasi fino all'ultimo così da godermi un mese in più dopo a casa con il pargoletto-a. Faccio un lavoro sedentario, impiegata, part-time perciò non mi sarebbe pesato per nulla arrivare fino ad oggi...invece è stato un po' un tour de force, un mese di Settembre impegnativo, tra l'inserimento alla materna (per fortuna andato bene!), l'affiancamento alla nuova collega (per fortuna brava), i kg che aumentano, le visite da fare, il sonno notturno disturbato da bruciore di stomaco, mal di schiena (insomma sono da rottamare!!!) ecc...
Però ce l'ho fatta, ora ho tanto bisogno di riposarmi e spero vivamente che il mio cucciolo non voglia nascere ancora perché non potrei farcela fisicamente!!!
 
Ma ora basta lagnarmi, ecco la ricetta nuova che ho provato e mi è piaciuta tanto, della crostata. L'ho preparata in occasione dell'ultimo giorno di lavoro e devo dire che ha riscosso un grande successo tra i colleghi! A PRESTO MIEI CARI "COMPAGNI DI LAVORO", GRAZIE A TUTTI PER L'AFFETTO CHE MI AVETE DIMOSTRATO! Mi mancherete nei prossimi mesi!
 
CROSTATA CON CONFETTURA DI PRUGNE
[Ricetta tratta da "Giallozafferano"]
 
Ingredienti:
  • 300 gr di farina 00
  • 150 gr di burro freddo di frigo e tagliato a pezzetti
  • 1 pizzico di sale
  • 130 gr di zucchero
  • 2 tuorli + 1 uovo per spennellare la sfoglia
  • la scorza di un limone
  • confettura di prugne (nel mio caso quella preparata dalla nonna del maritino, era di prugne e albicocche...ma è ottima con ogni tipo di confettura!)
Nella planetaria (o in un mixer) mescolate la farina con il sale ed il burro fino ad ottenere un composto sabbioso. Unire lo zucchero, la scorza del limone e i due tuorli.
Mescolare velocemente fino a formare un impasto liscio ed elastico.
Dargli la forma di una palla e fasciarla nella pellicola trasparente. Porre in frigo per almeno mezz'ora.
Con il mattarello stendere la sfoglia (ca. 3 - 4 mm di spessore) e posizionarla in una tortiera foderata di carta da forno (o imburrata e infarinata), bucherellare la base con una forchetta e adagiarvi la confettura (più ne mettete, più buona sarà la crostata!!!). Con la pasta avanzata create delle strisce che posizionerete a scacchiera sulla torta. Livellate i bordi della crostata con una forchetta (giusto da dargli una decorazione in più!) e spennellate la sfoglia con l'uovo sbattuto utilizzando un pennellino da cucina.
Infornate a 170° per 35-40 minuti (forno statico).
 
Et voilà il risultato:


Buon appetito!
Bacini

venerdì 27 settembre 2013

Girelle di brisé al pomodoro e basilico

Ciao a tutte!
Come state? Sorprese di rileggermi??? Anch'io sono sorpresa di essere nuovamente qui da voi!
Però sono riuscita a trovare il tempo anche oggi per aggiornare il mio blogghino e la cosa mi riempie di gioia!
Oggi qui giornata uggiosa, pioviggina e c'è un'umidità che fa paura :(
Bene mie care vi lascio una ricettina semplicissima e super sfiziosa adatta come aperitivo, come antipasto o come merenda!!!

GIRELLE DI BRISE' AL POMODORO E BASILICO
[Ricetta di dolcementeinventando]


Ingredienti:

- 1 rotolo di pasta brisé (la ricetta originale prevede la pasta sfoglia, ma io in frigo avevo la brisé!)
- qualche cucchiaio di salsa di pomodoro
- basilico tritato (nel mio caso surgelato!)
- sale

Srotolare la pasta brisé, spennellarla con il pomodoro, aggiungere una spolverata di basilico ed un pizzico di sale.
Arrotolare nuovamente la pasta, tagliare delle girelle dello spessore di poco più di un dito, posarle su una teglia coperta di carta forno e cuocere a 180° per 20 minuti circa.

Et voilà il risultato:



Buon appetito!
Bacini

mercoledì 25 settembre 2013

Verdure ripiene per festeggiare il ritorno

Ciaoooooooooooooooooo!!!
Non ho parole da quanto tempo sia passato dall'ultima volta che ho aperto il mio blogghino per aggiornarlo. Penserete che sono esagerata, ma credetemi che il tempo è veramente poco e quel poco di libertà che ho la dedico a riposarmi!!! 
Allora vediamo un po' quante cosine belle ho da raccontarvi: nel mese di Luglio ci siamo concessi due vacanze, una di pochi giorni (sfacchinata per me che ero al sesto mese di gravidanza!) in camper in Trentino con marito, figlio, suocero e cognato piccolo per assistere alla Maratona delle Dolomiti 2013 (una gara di bici alla quale il mio maritino ha partecipato per il secondo anno di fila). Poi sono arrivati i tanto attesi 15 giorni di ferie estive tra la fine di Luglio e l'inizio di Agosto: dire che ne avevamo bisogno (io per prima!) è riduttivo!!! Anche quest'anno siamo andati sul Lago Maggiore, più precisamente sulle splendide rive del Lago di Mergozzo al Camping Village Continental Lido... è si mie care, nonostante il pancione abbiamo passato due bellissime settimane alloggiando nella nostra tendona!!! Un weekend sono anche venuti a trovarci una coppia di amici con la loro bimba. Sono stati giorni bellissimi, sono volati tra una mini gita (mini gita perchè io più di tanto non riuscivo a stare in giro a camminare e altro) e le urla per richiamare all'attenzione il mio cucciolo grande perchè in campeggio ha giustamente dato il meglio di se correndo, andando dietro ai bimbi più grandi...va beh è stata anche per lui una bella vacanza, ce lo siamo spupazzati per benino ed è cresciuto tanto in tutti i sensi.
Il mese di Agosto è volato, tra il lavoro e le gite pomeridiane che ho fatto con il mio bimbo...l'ultimo mese in cui sono riuscita a guidare...
Settembre è iniziato il 2 con l'inserimento alla SCUOLA MATERNA!!! Eh si amiche mie, il mio cucciolo che ora ha 2 anni e 9 mesi ha iniziato l'asilo. I primi due giorni una tragedia tra un pianto e l'altro, dal terzo giorno ci hanno consigliato di lasciarlo da solo per alcune ore: non vi dico con che cuore spezzato ero a lavorare sapendo che il mio bimbo era all'asilo in lacrime, invece già dal giovedì le cose hanno iniziato a migliorare e dalla settimana dopo ci mangia anche! Addirittura fa storie perchè non vuole venire via!!! Lo vedo contento, parla molto di più, a modo suo ci racconta la giornata e mi fa l'elenco dei suoi amici!!! Le maestre sono entusiaste del mio bimbo...e questo per noi è una grande gioia soprattutto in virtù del fatto che io sono all'8° mese, che ho una pancia enorme, che mi muovo tipo bradipo, che la notte dormo uno schifo e devo recuperare le ore di sonno dormendo dopo pranzo, che il bruciore di stomaco accompagna le mie giornate e vivo in simbiosi del "Maalox". Oltretutto sono pure a dieta, o meglio ho eliminato una lunga serie di alimenti proibiti per un problemone che mi era sorto durante il parto e al quale sono un po' soggetta (essendo un blog di cucina non scendo nei dettagli!) e non mangio anche una serie di cose che mi fanno venire bruciore di stomaco...insomma mangio "in bianco"! Va beh la scadenza è il 6 Novembre, ho ancora poco più di una settimana di lavoro ed è già quasi tutto pronto per il-la new entry.
Ma ora bando alle ciance, vi lascio una ricetta nella versione di una delle mie nonne, la nonna Ines, la nonna paterna.

VERDURE RIPIENE

- 4 zucchini
- 1 peperone
- 1 pomodoro
- 2 melanzane piccole e tonde
- 2 patate
- 200 gr carne di manzo macinata
- 200 gr salsiccia
- 2 uova
- 2 fette di pane bagnato nel latte
- parmigiano grattugiato
- sale
- pepe
- maggiorana
- pan grattato
- olio

Far bollire le verdure (ad esclusione del pomodoro) in abbondante acqua salata, fino a quando non saranno quasi cotte (altrimenti si disfano!), far bollire anche una delle due patate. Il peperone va tagliato a strisce abbastanza larghe. Lasciarle raffreddare, togliere la pelle al peperone (così sarà più digeribile), tagliare gli zucchini a metà per il lato lungo e scavarne la polpa (tenerla da parte), togliere la polpa alle melanzane e al pomodoro.
Tritare le due carni con una delle due patate lessate, unirvi le uova, il pane bagnato nel latte e strizzato, abbondante parmigiano, sale, pepe, maggiorana e la polpa di zucchini, melanzane e pomodoro.
In una teglia cospargere un filo di olio, adagiarvi l'altra patata tagliata a fette sottili e porvi sopra le verdure, riempirle quindi con il composto preparato.
Cospargere con pan grattato ed un filo di olio.
Infornare per 15 minuti ca. a 180° + 5 minuti di grill.
Et voilà il risultato!

Prima della cottura



Buon appetito!
Bacini

giovedì 20 giugno 2013

Torta di mele

Ciao carissime-i!!!
Siiiiiii sono io, sono Manu, questa volta torno con un post ed una ricetta!!!
Ovviamente ho ripreso a cucinare da parecchio, considerando la fame che ho..., però credetemi che il tempo a disposizione è veramente poco.
Non so come sia possibile, lavoro in ufficio come prima, faccio la mamma e la casalinga come prima, mi riposo al pomeriggio (questo un pò più di prima!) eppure le ore volano di più e la sera sono distrutta.
Ora sono nel 5 mese, sono nella 20esima settimana, ho già preso parecchi kg (ma a questo ora non voglio pensare!) però nel complesso sto bene. La mia mente mi dice di fare mille cose, nella prima gravidanza ci riuscivo, mentre ora il mio corpo mi frena parecchio. E' da qualche giorno che fa caldissimo...e vai di caviglie gonfie, pressione bassa, quasi a rischio svenimento soprattutto ad aspettare l'autobus alle 11 sotto al sole...
Però questo è anche periodo di ferie, giusto?!? Beh noi una vacanza primaverile già ce la siamo concessi!!! A maggio avevamo una settimana di ferie e alla mia richiesta di volere passare qualche giorno servita e riverita come quando aspettavo il primo cucciolo. ha risposto la prenotazione per una crociera!!! Siamo partiti con la Costa Fortuna da Savona alla volta di Barcellona, Palma di Maiorca e Marsiglia...chi di voi non l'avesse mai fatto una crociera, cerchi l'offerta migliore e parta!!! È stata un'esperienza bellissima adatta anche ai bambini! Il nostro cucciolo si è divertito tanto, fin troppo, perché era incontenibile, mai visto così attivo
Il mio cucciolo ormai è un ometto, ne sono innamorata..mi da i bacini alla pancia e mi fa le carezze. E se qualcuno gli chiede cos'ho nella pancia, lui risponde BIMBO!!!
Oggi ho fatto la morfologica, tutto ok: è un-a bel fagiolino-a che si muove all'impazzata, che sta bene e, a parità di età, pesa più del fratello ma è più piccolo di dimensioni...una palla insomma!!! Ma la cosa importante e fondamentale è che stia bene!
Prima di lasciarvi la ricetta volevo ringraziare Carla Emila del blog Un'arbanella di basilico e Vale del blog La cucina di Vale per esser sempre presenti nella mia vita, per dimostrarmi quanto tengono a me e per l'interesse che dimostrano nei miei confronti!
Grazie, sono felice di aver conosciuto due persone come voi.

TORTA DI MELE
[Ricetta di giallozafferano.it con qualche modifica]

Ingredienti:
- 3 mele (700 gr circa)
- 2 uova
- 200 gr di zucchero
- 200 gr di farina 00 + qualche cucchiaio di
- 100 gr di burro ammorbidito
- 200 ml di latte
- 1 bustina di lievito per dolci
- 1 bustina di vanillina
- 1 limone (la scorza grattugiata ed il succo)
- 1 pizzico di cannella in polvere
- 1 pizzico di sale
- zucchero di canna per la copertura

Sbucciare, tagliare le mele a pezzetti, immergerle in una ciotola con il succo di limone e la scorza del limone.
Nella ciotola dell'impastatrice (o in una ciotola) mescolare le uova con lo zucchero, unire il burro e mescolare nuovamente. Aggiungere 200 gr di farina, il latte, il lievito, la vanillina, la cannella ed il pizzico di sale.
Passare le mele in un paio di cucchiai di farina (in modo che non vadano in fondo all'impasto) ed unirle all'impasto.
Mettere il tutto in una tortiera (io ne ho usata una di 28 cm di diametro) e cospargere con lo zucchero di canna.
Cuocere a 170° per 30 minuti circa.

Et voilà il risultato:



Buon appetito!
Bacini


martedì 28 maggio 2013

Aggiornamenti

Ciao carissime-i!
Come state?
Qui le giornate volano tra la fatica di alzarsi la mattina presto, il lavoro in ufficio, il pomeriggio a casa con il cucciolo, la casa da mandare avanti e il fagiolino che cresce dentro di me.
Dalle ecografie fatte pare sia un terremoto e pure lui sarà un vitellino-a...un fagiolino-a del quale fino alla nascita non vogliamo sapere il sesso. 
Con il primo è stato bello, curioso ed è andato tutto bene fino alla fine e così faremo per questo new fagiolo.
Io sto molto meglio, sono meno stanca ed ho solo un lieve bruciore di stomaco la sera quando sono più provata...mentalmente farei mille cose, scalerei il mondo ma ovviamente new fagiolo mi fa capire che devo porre dei limiti, non ho la forza di sempre perchè ora parte delle mie energie sono assorbite da lui e dal primo cucciolo che spesso mi accarezza la pancia tonda (e quanto è tonda!!!) e mi da i bacini!!! Ora ha imparato a parlare molto di più, fa anche brevi frasi e a volte (ma proprio a volte) dice "Mamma, bene io!" che tradotto vuol dire "mamma ti voglio bene anch'io!" e qui vi garantisco che mi sciolgo e mi pento delle volte in cui lo sgrido per delle cavolate, anche se devo ammettere che ultimamente è diventato più capriccioso e disubbidiente...sarà l'età, sarò io meno tollerante, sarà sarà...
La cucina ha riaperto i battenti ma sempre con piatti semplici e digeribilissimi, ho provato poche ricettine nuove ma ahimè non ho più fatto foto.
Da una parte non vedo l'ora di tornare quella di sempre, con i miei hobby, la mia energia, ma dall'altra è talmente una bella esperienza che cerco di godermela fino in fondo anche se la seconda gravidanza la sto vivendo in maniera completamente diversa dalla prima. Per la prima c'era la curiosità, l'ansia di non sapere cosa ci avrebbe atteso, passavo ore ad accarezzare la pancia, ha parlare al mio frugolino, a fantasticare su come sarebbe stato, mentre ora sono talmente presa dal mio cucciolo grande che a volte quasi mi scordo che ne arriverà un altro e spesso mi fermo solo a pensare se saremo in grado di gestirne due, come cambierà la nostra vita da 3 a 4 componenti...
Dolcissime amiche, grazie per l'affetto che mi dimostrate anche se non sono più presente sul mio blog e sui vostri.
Un bacione grosso a tutte-i!

lunedì 22 aprile 2013

Chiuso momentaneamente per...dolce attesa!

Ciao blogghini/e!
Come state? È più di un mese che non passo da voi e soprattutto che non aggiorno il mio blogghino. Non mi sono scordata di lui e di voi, ma come potete leggere dal titolo...se tutto proseguirà per il meglio, a Novembre diventerò dinuovo mamma!!! Proprio oggi ho fatto il bitest e i risultati ci saranno fra una settimana, ma pare vada tutto bene: nel mio panciotto già bello tondo, c'è un bimbo/a (vogliamo la sorpresa sul sesso fino alla nascita!) che si muove all'impazzata, che nuota felice e contento nell'attesa di conoscere i suoi genitori ed il fratellino maggiore!
Ho passato delle brutte giornate, con nausea, bruciore di stomaco e stanchezza allucinante, ora mi sto riprendendo ma ancora non riesco a cucinare granchè, in casa i miei uomini si accontentano per fortuna ed il maritino è favoloso perchè mi da una grandissima mano la sera e soprattutto mi sopporta!!! Si, sono un pò intrattabile in questi mesi, mi lamento di niente e spesso sono apatica...va beh però dovrebbe essere tutto passeggero!!!
Mie care amiche, vi saluto con un forte abbraccio, vi terrò aggiornate su tutto e spero presto di riprendere a pubblicare le mie ricettine (e che mi torni la voglia di cucinare!!!).
Bacini

mercoledì 6 marzo 2013

Torta di cavolo nero e patate

Ciao a tutti!!!
Come state? Cosa mi raccontate?
Io ho tante cose da raccontarvi!!! Dopo la gita in autobus di venerdì, sabato pomeriggio, mentre il maritino era in giro in bicicletta (ebbene si, mio marito ha mille passioni...la moto, la bici, i lavori manuali, la musica, la lettura...diciamo che fermo lui non ci sa stare e a me piace proprio per questo!), io e lo gnometto di casa siamo andati ai giardini dove c'era un'infinità di bimbi e dove ci hanno raggiunto una mia cara amica con la sua bimba.
Domenica sveglia all'alba e partenza h. 7.45 per Prato Nevoso (CN) con bimbo, maritino, una coppia di amici e la loro bimba (quella dei giardini di sabato tanto per capirci): era una giornata favolosa, un sole splendido, temperatura giusta da stare senza berretto e senza giacca, neve meravigliosa... I bimbi sono stati bravissimi, il mio ha retto dalle 7 alle 17 senza batter ciglio: adora la neve, ha fatto scivolate con il bob, si lanciava nella neve, faceva palle di neve...e col suo ditino si guardava in torno dicendo "mamma, neve!!!"!!! Il maritino ha sciato un paio d'ore la mattina mentre noi grandi ci siamo riposati-divertiti con i bimbi.
Alle 13.00 avevo prenotato all'Osteria Le Stalle - Corona Boreale 12 - Prato Nevoso (CN): un ristorante favoloso, rustico, un locale ideale per coppie e famiglie. Bellissimo, personale cordiale e ospitale al 100% sia per i grandi che per i piccini. Abbiamo mangiato divinamente, poi vi racconterò il menù nel dettaglio...pensate che ci ho pure guadagnato "una ricetta di un dolce delizioso" direttamente dal cuoco-proprietario del locale...a breve la farò e la posterò!

Questa sera vi lascio questa ricetta di una torta salata ottima da preparare in anticipo e mangiare tiepida.

Grazie a Carla del blog arbanelladibasilico.blogspot.it per aver provato-pubblicato una mia torta salata e grazie a Silvana del blog silvanausa.blogspot.it per avermi dedicato questo premio (aggiungo il tuo link a quello già esistente).



TORTA DI CAVOLO NERO E PATATE

Ingredienti:
- 1 confezione di pasta sfoglia (questa volta non avevo voglia-tempo di preparare la sfoglia!!!)
- 2 mazzetti di cavolo nero
- 2 patate
- olio
- sale
- pepe
- maggiorana
- 2 uova
- formaggio grattugiato
- 100 gr di pancetta
- 3 sottilette

Lavare il cavolo e le patate, tagliare quest'ultime a pezzetti e far bollire la verdura in pentola a pressione con 2 bicchieri di acqua per 10 minuti dal sibilo. Scolare e tagliare grossolanamente
In una padella antiaderente far rosolare la pancetta di poco olio, unire le verdure, salare, pepare e cuocere per pochi minuti, giusto il tempo per insaporire il tutto.
Rivestire una tortiera con la pasta sfoglia (lasciarla sulla sua carta da forno), mettere il composto di verdure e livellare.
In una ciotola sbattere le uova con poco sale, il formaggio grattugiato e la maggiorana, versare il tutto sulle verdure. Tagliare le sottilette a strisce e metterle sopra la torta, piegare il bordo della pasta sfoglia e infornare a 180° per 20 - 25 min (controllare in base al proprio forno).

Et voilà il risultato:



Buon appetito!
Bacini

venerdì 1 marzo 2013

Torta alla birra - una colazione con i fiocchi!

Ed eccoci giunti ad un altro venerdì, ad un altro inizio di fine settimana, ad un altro inizio mese...e quindi ad un altro post!!!
Come state carissimi?
Qui tutto nella norma, oggi avevo anche il maritino a pranzo (mi ha salvato il pesto nel freezer e una confezione di trofie secche!!!), poi di corsa con il cucciolo a far una commissione nelle alture del centro ovviamente in autobus perchè oggi non avevo l'auto a disposizione e così...via a cambiare 4 bus per la gioia del mio bimbo che salutava tutti i componenti del mezzo e continuava a dirmi "mamma ancora bus"...e una volta scesi si fermava a dire "ciao bus"...che tenero! E' un ometto, se non fosse che per salire e scendere lo devo prendere in braccio perchè alcuni autobus hanno scalini alti un metro e gli autisti si fermano lontani km dai marciapiedi...vi garantisco che salire e scendere con un peso piuma di 15 kg e nel mentre tenersi, chiedere permesso e sperare che qualcuno mooolto gentilmente ti faccia sedere, è un po' impegnativo...e poi mi chiedono perchè non ingrasso!!!
Certo che la gente vive nel "suo"mondo, mi riferisco a quelle persone che ti vedono in difficoltà con un bimbo in braccio o comunque con altri impedimenti e ti guardano con odio prima di lasciarti il posto, quasi a dire "perchè sei salita proprio su questo autobus?!?". Come quando ero incinta, quasi a scadenza del termine, e ho dovuto dire ad un ragazzo "scusa, sono incinta, puoi farmi sedere?" e vi garantisco che non ci voleva un genio a capire in che condizioni ero, visto che ho preso 16 kg in gravidanza e la mia pancia sembrava contenesse 20 gemelli e non un bambino di oltre 4 kg!

Giusto per farvi iniziare bene le prossime due mattine di week-end, ecco un'ottima ricettina gentilmente offerta da un'altra blogger, Monica, che pubblica ricette deliziose e scrive dei post che è impossibile non leggere! Grazie cara per la ricetta, che ho un pochino modificato.

TORTA ALLA BIRRA
[Ricetta di lemporio21.blogspot.it con alcune modifiche]

Ingredienti:
- 3 uova
- 3 cucchiai di acqua calda
- 2 bicchieri di farina 00
- 1 bicchiere di fecola di patate
- 2 bicchieri di zucchero
- 1 bustina di lievito per dolci
- 1 pizzico di sale
- 1 bicchiere di birra
- 1 bicchiere di olio di semi
- granella di zucchero per decorare

Montare a neve gli albumi con un pizzico di sale e tenerli da parte.
Sbattere i tuorli con l'acqua calda e lo zucchero per qualche minuto, unire la birra e mescolare. Aggiungere la farina setacciata alla quale è stato unito il lievito e l'olio.
Unire gli albumi al composto, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto e mettere il tutto in una tortiera foderata di carta da forno o in silicone, cospargere con la granella di zucchero ed infornare a 170° per 40 - 45 minuti.

Et voilà il risultato:



Buon appetito!
Bacini

martedì 26 febbraio 2013

Risotto radicchio, speck e scamorza

Buon martedì sera a tutti!
Stasera sono stra-fusa eppure oggi non ho fatto tutto quello che mi ero prefissata di fare a casa: avrei voluto-dovuto lavare i vetri e iniziare a pulire la vetrinetta della sala dove ci sono da lavare i bicchieri, i piatti (quelli che non uso praticamente mai, è il servizio ricevuto in regalo per il matrimonio, un servizio molto semplice ma che ho usato giusto un paio di volte in occasione del primo pranzo qui e del pranzo organizzato con i nostri nonni)...insomma mi ero prefissata quei lavori che odio fare, fatemi pulire tutti i pavimenti del mondo, fatemi togliere la polvere a mille mobili, fatemi stirare mille camicie, ma non fatemi lavare i vetri e pulire dentro quei mobili dove ci sono tante cose "nascoste"...
Peccato però che dai vetri non si distingua quando piove, quando ci picchia il sole si vede uno strato di sporcizia nauseante, viscido e sempre peccato che oggi abbia preferito portare il mio cucciolo ai giardinetti!!! Voi cos'avreste scelto di fare?!? 
Allora ho deciso di pulire almeno una finestra una volta arrivata a casa, ma ho passato quasi un'ora al telefono: ehm ehm mi hanno chiamato due amiche, poi la mamma e mica potevo liquidare tutti per le pulizie!!!

...certo che noi donne siamo proprio multi-tusking: mentre ero al telefono con una cara amica ho preparato lo spezzatino di carne rossa, patate e carciofi (carciofi praticamente tagliati a julienne per camuffarli in modo che anche il cucciolo mangiasse tutto senza far vivisezioni!!!).

Ma stasera vi lascio una ricettina mooolto buona che ripeterò presto.

RISOTTO RADICCHIO, SPECK E SCAMORZA

Ingredienti:
- 250 gr di riso per risotti
- 1 scalogno
- olio
- 1 mazzetto di radicchio rosso
- 100 gr di speck a listarelle
- 80 gr di scamorza affumicata tagliata a dadini
- 600 ml di brodo caldo vegetale (di dado)
- sale
- pepe
- 1 noce di burro
- 1/2 bicchiere di vino rosso
- formaggio grattugiato

Lavare, tagliare finemente il radicchio. Nella pentola a pressione far rosolare lo scalogno tagliato fine e lo speck in poco olio, unire il radicchio, lasciare insaporire e rosolare e aggiungere il riso. Sfumare con il vino rosso, aggiungere poi il brodo caldo e chiudere la pentola a pressione.
Calcolare 7 minuti dal sibilo, sfiatare la pentola, aprirla e controllare la cottura del riso: regolare di sale, aggiungere la noce di burro e la scamorza tagliata a dadini. Servire spolverizzando con il formaggio grattugiato.

Et voilà il risultato:



Buon appetito!
Bacini

sabato 23 febbraio 2013

Sofficini home made - "The Truman show"

Buon sabato a tutti!
Vi scrivo di "prima mattina" (ehm ehm, si ok sono le 9.26 e magari molti di voi sono svegli ed operativi da tanto, ma io e il maritino solo da 1 oretta, mentre lo gnometto di casa se la dorme ancora...), il maritino è appena uscito ed io mi godo la tranquillità del sabato mattina! Come non detto...lo gnometto si è svegliato e inizia a chiamare "Mamma!" e so già che appena aprirò la porta della sua camera mi dirà "Ciao! Latte!!!" :)
Perchè nel titolo del post di oggi c'è "The Truman Show"??? Vi ricordate il film del 1998? Beh a me ogni giorno lavorativo sembra di essere nel cast di quel film: mi sveglio alla stessa ora (alle 6.05, né un secondo prima, né un secondo dopo!), faccio le stesse cose nella stessa frequenza tutti i giorni (sono mooolto abitudinaria!), esco di casa sempre alla stessa ora, vedo l'edicolante che mi saluta da dietro al vetro al riparo dal vento, alla fermata le stesse mamma e figlia, il solito autobus, le solite persone sull'autobus: il ragazzo che sente la musica dalle cuffiette, il signore che legge il giornale, l'altro signore con la testa appoggiata al vetro nella speranza di dormire ancora un pochino, la signora che si dimentica a quale fermata deve scendere e si alza all'ultimo istante...e poi ci sono io che sono lì in piedi, mi tengo ad un palo dell'autobus, sto cercando di svegliare il cervellino e penso alle innumerevoli cose che farò durante la lunga giornata che ho davanti. Ecco che scendo alla mia fermata, faccio un breve tragitto a piedi, all'angolo vedo la solita signora che corre verso la fermata, attraverso la strada, entro in ufficio e lì dico le prime parole della giornata salutando la mia collega...e via con un nuovo giorno! 
Si si, sono convinta di essere una protagonista di quel film...a volte mi viene da comportarmi come Truman che, avendo capito tutto, prova a scappare...dite che se provo a correre nell'altra direzione qualcosa cambierà?!? No, vero?!? Mi sa tanto anche a me! Però, ciò nonostante, sono contenta della mia vita, della mia routine...a molti potrà sembrare una noia totale, ma io non potrei mai fare un lavoro e condurre una vita improvvisata, io devo avere tutto programmato (anche se da quando sono mamma il concetto di programma a volte l'ho dovuto accantonare e improvvisare), l'esatto opposto di mio marito! Ma a forza di stare assieme ormai sappiamo che dobbiamo venirci incontro perciò io a volte improvviso e lui a volte programma!!!

Passiamo alla ricetta di oggi, perfetta per il sabato sera con gli amici o in famiglia. La mia mamma me li cucinava spesso il sabato sera, era un "premio" per la settimana trascorsa, quando non aveva molta voglia di cucinare, prendeva dal freezer quella scatoletta colorata e friggeva queste delizie ripiene di formaggio (non so voi, ma io ogni volta restavo delusa dal vedere che il sorriso era misero, non bello ricco di formaggio come quello della pubblicità!). Qualche settimana, un sabato pomeriggio per l'esattezza, avevo voglia di Sofficini, ma il freezer ne era sprovvisto e così ho cercato su internet se si potevano fare in casa, se era difficile e invece...una cavolata, sono semplicissimi e mooolto più buoni e più pieni!!!

SOFFICINI 

Ingredienti per 7 sofficini:
- 200 ml di latte
- 1 noce di burro
- sale
- 100 gr di farina 00 + qualche cucchiaio
- 2 uova
- pangrattato q.b.
- per il ripieno ho usato prosciutto cotto, stracchino e speck, altre volte li ho fatti con pomodoro e mozzarella...a voi la scelta e al via la fantasia!

In un pentolino far bollire il latte con il burro ed il sale, unire la farina e mescolare con un cucchiaio di legno fino a quando il composto si staccherà dai bordi. Formate una pallina e lasciatela nel pentolino a raffreddare.
Su un piano leggermente infarinato, stendere l'impasto con un mattarello, deve essere sottile, ma non deve rompersi / bucarsi. Con un coppapasta o un bicchiere o altro, ricavare dei cerchi (a me ne sono usciti 7), al centro porvi il ripieno e chiudere a mezzaluna sigillando bene i bordi (aiutarsi con una forchetta). 
Passare i sofficini nelle uova sbattute e poi nel pangrattato, nuovamente nelle uova e di nuovo nel pangrattato.
Friggerli in olio bollente o irrorarli con un filo di olio e cuocerli in forno a 180° per 15 minuti. Oppure posizionarli distanziati su un vassoio e metterli in freezer per 10 minuti, poi metterli nei classici sacchetti e conservarli in freezer fin quando si ha voglia di mangiarli!!!

Et voilà il risultato:




Buon appetito!
Bacini

mercoledì 20 febbraio 2013

Pasta e ceci

Ciaooooooooooooooo!
Come va? Tutto bene? Com'è il tempo dalle vostre parti?
In queste settimane, come noterete, non riesco più ad avere un ritmo costante per aggiornare il blog, il mio diarietto, il mio spazio...non so, sono giornate pienotte e frenetiche in ufficio e una volta a casa le ore volano che è un piacere.  Ieri sera ho sbottato chiedendomi perché le giornate sono solo di 24 ore!!! Capita anche a voi di avere così tante cose da fare che non riuscite a farle perché nel mentre ne spuntano di nuove, perchè comunque c'è un bimbo in casa e buona parte del pomeriggio lo passiamo ai giardini, perché ci sono sempre le pulizie in casa da fare o da riordinare i giochi, i vestiti, da sistemare il bucato steso e piegato (confesso che da mesi sto adottando la tecnica dello stendere tiratissimo, appendendo gli indumenti per le estremità, e piegare il bucato subito appena ritirato, così da non stirare...tranne le camice del marito ovviamente!), da preparare la cena e pensare già ad imbastire il pranzo per il giorno dopo (per fortuna a pranzo siamo solo in due, anzi uno e mezzo!!!). 
Ma che lagnosa che sono, ultimamente scrivo solo per lamentarmi, ve ne rendete conto?!? Dite che è perché sto invecchiando? O perché sono un po' satura?!? Mi sa un po' entrambe le cose.

Vi racconto un episodio molto carino: domenica scorsa ci siamo organizzati con una coppia di amici che hanno una bimba dell'età del nostro (è più grande di soli 5 giorni!), ci siamo visti sotto casa nostra alle 13 alla volta dei Piani di Praglia (per chi non è del luogo, è una zona di prati - boschetti - colline al confine tra la Liguria ed il Piemonte, tra le province di GE e AL...la zona d'origine del mio maritino) dove c'era parecchia neve e così...via tra discese con il bob, pupazzi di neve, gare di lanci di palle di neve! I bimbi erano felicissimi e noi grandi pure! Verso metà pomeriggio sono arrivati "rinforzi": tre cognati ed i suoceri che non avevano ancora visto il "loro" ometto con la tenuta da sci. Poi molto gentilmente suocerina e suocerino ci hanno ospitato tutti a casa loro per un te caldo ed una cioccolata (secondo voi io cos'ho bevuto?!? Chi mi conosce bene indovinerà subito!!!). Davvero una bella giornata, non vi dico com'erano fusi i bimbi alla sera...il nostro si è addormentato in auto con la bocca aperta!!!

Avendo l'agenda fitta di impegni da fare entro sera, vi lascio una ricetta ottima, semplice e veloce, da provare in questi giorni ancora invernali, che piacerà a grandi e piccini.

PASTA E CECI
[Ricetta presa dalla rivista "La prova del cuoco" con alcune modifiche personali]

Ingredienti:
- 1 scatola di ceci precotti da gr. 250
- 1 spicchio di aglio
- 1 filetto di acciuga sott'olio
- 1 rametto di rosmarino
- olio
- 1 patata
- 1 cucchiaio di passata di pomodoro
- 4 manciate di ditaloni rigati
- acqua calda q.b.
- sale
- pepe

Lavare e tagliare la patata a pezzi medi. Nella pentola a pressione fate scaldare un filo di olio con l'aglio ed il filetto di acciuga. Unire il rosmarino, i ceci scolati del loro liquido, e la patata. Coprire con acqua calda, aggiungere il pomodoro e chiudere la pentola. Calcolare 14 minuti dal sibilo. 
Sfiatare la pentola, togliere il rametto di rosmarino e passare qualche mestolo di minestra con il frullino ad immersione o il passaverdura. Unire questo composto alla minestra che bisognerà salare e spolverizzare con poco pepe.
Nel frattempo, in una pentola a parte, cuocere la pasta in acqua salata. Dopo 7-8 minuti, trasferire la pasta nella pentola con la minestra e cuocere il tutto ancora un paio di minuti.
Servire spolverizzata con formaggio grattugiato.

Et voilà il risultato:


Buon appetito!
Bacini