...a volte ritornano...

Ciao a tutti, piccini e piccine!
Non ho parole, è di nuovo passato un mese da quando non scrivo, non c'è nessun motivo particolare, solo tante cose da fare e poco tempo a disposizione dedicato si anche alla cucina ma senza il tempo di accendere il pc e scrivere...poi con P che cresce star seduti senza che lui tocchi i tasti è proprio impossibile (che bambini tecnologici che nascono ora...!!!). Va beh voi sicuramente non ve ne sarete neppure resi conto che ho latitato per così tanti giorni, penso che finora quasi nessuno legga il mio blog, visto che ce ne sono di bellissimi, aggiornati ogni pochi minuti, con bellissime foto e scritti da ottime cuoche-i, però mi dispiace lo stesso non aggiornarlo!
Oltretutto ho tantissime ricettine da postare, ma di molte non ho le fotografie perchè capirete che alle 20.00, nel momento esatto in cui ci mettiamo a tavola, non ho il tempo per fotografare e così spazzoliamo subito il piatto senza neanche accorgecene.
Ecco di seguito una buona ricettina provata ieri sera (perdonatemi, la prossima volta fotograferò il piatto, intanto fidatevi che sono buone e di bell'aspetto!):

POLPETTE DI POLLO E SPINACI

Ingredienti:
- 400 gr petto di pollo - 1 cubetto di spinaci surgelati (fatti scongelare o bollire) - noce moscata - sale - 2 fette di pancarrè ammollato nel latte e strizzato - 2 abbondanti cucchiai di parmigiano grattugiato - farina - olio

Mettere tutti gli ingredienti nel mixer (tranne farina e olio), tritare fino ad ottenere un impasto morbido e colloso. Con l'aiuto di un cucchiaio formare delle polpettine che appiattirete un pochino e passerete nella farina. Adagiare le polpette su una teglia oleata e cuocere in forno a 180° per 30 minuti ca. girandole spesso. La ricetta originale ("Benvenuti nella mia cucina" di Benedetta Parodi) prevede di friggerle, ma mangiandole anche il mio ometto ho preferito farle al forno.
Le ho accompagnate con verdure lessate a vapore (nella mia mitica pentola a pressione LAGOSTINA CLIPSO' per la quale ho comprato il cestello apposta per cottura a vapore), ovvero patate, zucchine e fave (rigorosamente raccolte dalla suocera nel suo orto).

Buon appetito!

Bacini

Commenti

Post popolari in questo blog

Bicchieri pesche e crema pasticcera

L'amicizia..se fosse una ricetta sarebbe...Muffin allo yogurt

Risotto radicchio, speck e scamorza